L'ORATORIO DI SAN MICHELE HA COMPIUTO 70 ANNI!!!

...

Domenica 30 settembre ,in concomitanza con i festeggiamenti per il patrono San Michele Arcangelo, abbiamo festeggiato i 70 anni dell’oratorio. La festa è iniziata in chiesa con la celebrazione della S. Messa animata dal coro “Incanto” e con la presentazione dei bambini che quest’anno inizieranno il percorso di catechesi, è proseguita all’oratorio dove è stata scoperta e benedetta una targa che ricorda i suoi fondatori. A seguire il pranzo per tutti i bambini e ragazzi iscritti all’oratorio e nel pomeriggio giochi e attività per i bambini, seguiti dagli animatori, un incontro con i genitori per la presentazione dei vari laboratori e l’iscrizione dei bambini alle attività proposte. La storia dell’oratorio ha inizio nel 1948 con la sua costruzione in risposta ad una esigenza dei parrocchiani di poter avere un luogo dove riunire bambini, giovani e adulti per la formazione religiosa ed un sano divertimento. Il parroco Don Francesco Banaletti si trovava di fronte un paese povero appena uscito dalla guerra, e costruire un oratorio sembrava un’impresa impossibile, ma la donazione del terreno da parte del dottor Giovanni De Gramatica cambiò la situazione. Molti parrochiani risposero spontaneamente e con entusiasmo all’appello del parroco offrendo gratuitamente il loro lavoro, altri contribuirono con offerte (la gente era povera ma generosa) . Così l’opera si compì, e per molti anni dai vari parroci (Don Cornelio, Don Luciano e Don Tarcisio) l’oratorio venne gestito con impegno e dedizione. Nell’anno 2008 il parroco Don Giancarlo Pellegrini diede il via ad un radicale restauro dell’oratorio per adattarlo alle nuove esigenze della parrocchia. Venne eliminato il teatro che per molti anni era servito anche come sala cinematografica o per le rappresentazioni della filodrammatica e vennero realizzate la cucina, diverse sale per la catechesi, i laboratori ed un appartamento per il custode. Oggi il nostro oratorio è diventato un centro di accoglienza e aggregazione, soprattutto da quando la nostra parrocchia collabora con quelle di Grumo e Faedo. È un luogo assai frequentato, sempre aperto, con molti volontari che donano il loro tempo accogliendo, formando i bambini, impegnandosi a portare avanti molti progetti.


Il consiglio pastorale


VOLONTARIATO E SERVIZIO CIVILE IN ORATORIO

Da ormai più di un anno, all’associazione Incontriamoci all’Oratorio sono presenti alcuni ragazzi del Servizio Civile provinciale. L’idea, nata dal Direttivo dell’Associazione, è stata quella di dare l’opportunità ad alcuni giovani del territorio di mettere in campo la loro voglia di fare. Seguiti dai responsabili del progetto, ad oggi due ragazzi prestano il loro servizio all’associazione. Da una chiacchierata assieme a loro si possono intuire i motivi che li hanno spinti a volersi mettere in gioco per svolgere quest’attività. Entrambi sono stati precedentemente volontari presso l’Associazione; da qui è nata la voglia di diventare un qualcosa in più, aumentando l’interesse per gli aspetti sia gestionali, sia pratici, dello stare in Oratorio. Questo inserimento ha permesso loro di misurarsi con compiti e responsabilità anche collaborando con tutti i volontari per la buona riuscita dei progetti. Da parte loro, c’è una maggior consapevolezza e partecipazione, anche grazie alla formazione che sono tenuti a seguire periodicamente. Ritengono il servizio civile un buon modo per essere più parte della Comunità, anche se riconoscono che è necessaria una buona dose di impegno e tanta motivazione. Non va però dimenticato il ruolo fondamentale giocato dai volontari in un’associazione come la nostra, che vive essenzialmente perché esistono persone che dedicano il proprio tempo e le proprie energie a titolo gratuito per portare avanti qualcosa in cui credono davvero. La retribuzione arriva però sotto forma di riconoscimento e gratificazione personali che l’attività di volontariato porta. È quindi indispensabile che la figura del volontario ricopra un ruolo centrale; si coglie l’occasione anche per invitare tutti coloro che hanno voglia e coraggio di mettersi in gioco, tempo di qualità da destinare ad un’Associazione che sta crescendo sempre più. Ricordiamoci che l’Oratorio è aperto a tutti: a Voi, futuri volontari con qualcosa di buono da trasmettere, vi aspettiamo!

(M.S.)


1500 ADOLESCENTI CHIAMATI A SOGNARE IN GRANDE



Anche NOI c'eravamo A... "SOGNATI IN GRANDE!"; festa Diocesana adolescenti di Sabato 21 Ottobre. Siamo partiti con questo progetto incontrandoci in Oratorio per riflettere sul "Sentiri Grande", quattro ragazze e un ragazzo insieme ad Elisa e Nicola hanno realizzato uno striscione con i loro pensieri dettati dalle emozioni cheil tema faceva scaturire: paura, impegno, responsabilità, maternità, valori e molto altro. Dimostrando voglia di confrontarsi e di discutere questo momento per stare insieme. La serata del 21 Ottobre ci ha poi confermato che anche gli adolescenti possono condividere esperienze vere e forti. Non sanno quanti erano al Pala Trento con il Vescovo perché erano tantissimi ma di sicuro hanno descritto l'esperienza come unica, bellissima, ricca di confronto su temi molto importanti come "Bullismo" e con testimonianze ede esempi di impegno e solidarietà che col tempo fanno crescere anche interiormente. Da parte dei ragazzi l'esperienza fatta sarà trasferita all'interno degli Oraotri perché venga condivisa anche da altri ragazzi e adulti. Un ringraziamento particolare a Padre Mietek che ci ha aiutato nell'organizzare la nostra trasferta a Trento e ad Elisa e Nicola i ragazzi del Servizio Civile dell'Oraotrio che hanno accompagnato i ragazzi in tutto il percorso.
Elisa, Nicola, Anna B., Anna D., Nadine, Kevin, Teresa


UN INCANTO A COLLE DON BOSCO !

Sabato 25 e Domenica 26 Marzo, i bambini del coro Incanto assieme ad alcuni ragazzi del gruppo Far Commedia e ai volontari dell'Oratorio, sono stati ospiti dei Salesiani presso Colle Don Bosco in provincia di Torino. Insieme abbiamo potuto visitare i luoghi di vita di Don Bosco, la sua casa d'infanzia, il museo a lui dedicato e le varie Chiese in suo onor, sempre guidati e accompagnati dal sacerdote di Grumo dhe da anni vive a Colle Don Bosco, Don Emilio Zeni. Il coro ha poi avuto il piacere di animare la Messa della Domenica mattina nella bellissima Basilica che si erge in cima al Colle. E' stata un'esperienza emozionante, piena di sorrisi, canzoni e divertimento. Un grazie speciale a tutte le persone che hanno contribuito e resi possibili questi due giorni per noi indimenticabili: i volontari, le cuoche, i genitori e l'Amministrazione Comunale per il suo contributo economico. Il nostro viaggio continua, il coro "INCANTO" dal 10 al 16 Luglio 2017 andrà in campeggio a Cavedago.